MANDURIA. INCONTRO TRA IL SINDACO PECORARO, GLI ASSESSORI E I CITTADINI.

Il Sindaco di Manduria Gregorio Pecoraro con l’intera Giunta, sabato 18 settembre, ha scelto di scendere in piazza per fare un resoconto dell’attività amministrativa svolta e avere un confronto con l’intera cittadinanza.

Riprendere in mano la guida politica di Manduria dopo anni di commissariamento non è facile, e non lo sarebbe stato per nessuno. 

Grazie alla preparazione, alla competenza e alla perseveranza del Sindaco Pecoraro, però, governare questa città e rimetterla in piedi non resta una sfida impossibile, anzi. 

“Abbiamo scelto di scendere in piazza per incontrarvi e per confrontarci con voi” ha detto Pecoraro “perché lo abbiamo sempre sostenuto, il nostro posto è in mezzo a voi cittadini e questa sera, per l’ennesima volta, vogliamo dimostrarvelo”.

Ogni Assessore ha documentato il proprio lavoro svolto fin ora e quello in cantiere. Si è parlato di bilancio “stabile e perfettamente in equilibrio con una situazione finanziaria solida e senza ombra di dissesto”, ha detto l’Assessore Orsini, “obiettivi da raggiungere nel minor tempo possibile sono: combattere l’evasione totale per poter ridurre i costi, migliorare e implementare i metodi di accertamento”.

Di “coraggio di scelte” e “operato trasparente” ha parlato l’Assessore Perrone, ricordando il cambio di rotta fatto con la ditta Igeco, di proroga dei lidi nelle marine, di scarico a mare e della continua relazione giornaliera tra l’Assessore e l’Arpa per il problema ormai insopportabile dei cattivi odori in città, nonché delle foto-trappole mobili per combattere la cattiva abitudine dell’abbandono dei rifiuti ovunque. Fermo restando che, a prescindere dai lavori e dall’impegno di una qualsiasi amministrazione, improvvisare in autonomia discariche nelle città resta un atto di profonda inciviltà.

“È stato effettuato un lavoro approfondito di studio del PUG e del Piano Comunale delle Coste per giungere ad attente osservazioni” ha detto l’Assessore, parlando ancora dell’avvio del compostaggio domestico con riduzione della tari e della sperimentazione del servizio delle Guardie ambientali e della partecipazione al monitoraggio di eventuali situazioni inquinanti delle acque. “Abbiamo inviato diffide ad AQP per la pessima manutenzione delle fogne” dice ancora l’Assessore, “inoltre si sta predisponendo una convenzione per lo smaltimento dell’amianto a cui potranno accedere anche i cittadini, oltre a questo, ci saranno interventi periodici di sanificazione e lavaggio dell’intera città”.

Di Reddito di Cittadinanza e Reddito di Dignità ha parlato l’Assessore Rossetti, che ha pure illustrato i diversi progetti messi a punto a sostegno dei più deboli come il “Posso prima io?” che permette a disabili, accompagnatori e donne in stato di gravidanza di non fare la fila negli uffici e in tutti gli esercizi che hanno fatto richiesta di adesione al progetto; la “Spesa sospesa” per combattere il disagio economico di tante famiglie e il “Sedie Job” per poter permettere ai diversamente abili l’ingresso al mare e, ancora, il Servizio Civile Universale pensato per i giovani, il nuovo regolamento dei servizi sociali. Considerevole il lavoro per la dotazione del regolamento sui beni confiscati alla mafia e l’importante collaborazione con le associazioni preposte. Si è parlato positivamente anche di sport, del nuovo regolamento, della I° edizione di “Sport d’amare” e dell’agibilità appena ottenuta dello stadio “Nino Dimitri” di Manduria.

A parlare di cultura, progetti dedicati alla scuola e al turismo invece è stato ovviamente il Vicesindaco e Assessore Mariggiò. Partendo dalla riapertura della biblioteca “Marco Gatti” passando dal Museo Archeologico al Museo Civico. Si è fatto un resoconto del cartello estivo pensato anche come piano strategico per il turismo, di una rivalutazione del centro storico e degli incontri tenuti con tutte le associazioni manduriane per creare un’unica rete di lavoro. L’Assessore ha inoltre parlato della scuola, un campo che gli sta particolarmente a cuore visto il suo ruolo di Dirigente, della borsa di studio istituita e dedicata a Valeria Palummieri (la giovane studentessa prematuramente scomparsa) e dei campi-scuola dedicati anche ai più piccoli della città che non devono, per nessun motivo, essere dimenticati.

L’Assessore Raimondo ha chiarito invece gli aspetti legati ai lavori pubblici, al rifacimento del manto stradale per diverse vie della città, dei lavori legati ad acqua e fogna, dei lavori e della manutenzione delle diverse piazze, compresi gli spazi per i più piccoli. 

Di piccole fiere e spazi organizzati nelle marine ha documentato l’Assessore Baldari, parlando anche 

della riqualificazione del centro di San Pietro in Bevagna, vetrine espositive, programmazione commerciale con tutti gli operatori presenti al centro, di una nuova area mercatino tutto green, spesso soggetta a sequestro per uso discarica. E ancora, il Mercatino ed eventi di Campagna AMICA, mercatini dell’usato e dell’antico, riordino dei mercati settimanali estivi, reinserimento nell’associazione “Città del Vino”, riorganizzazione e approvazione del Documento strategico del commercio, strumento importantissimo per la pianificazione commerciale della città. 

Infine del nuovo inizio di programmazione “Fiera pessima 2022”.

“Non è facile far rinascere una città dalle macerie” ha detto Pecoraro in conclusione “al contrario è fin troppo semplice puntare il dito e fare inutile e sterile polemica su qualunque piccolezza. Ma questa non è politica, almeno non è la politica che ci appartiene”. 

 Si è sentito parlare tanto, durante la campagna elettorale, di “rinascita”, di “amore per la città”, di “cambiamento radicale”, di “giovani generazioni alla guida della città”, oggi al contrario assistiamo a attacchi e provocazioni improduttive, inesistenza di collaborazioni, insolenza e presunzione facile dietro lo schermo di un pc. 

Si è sperato, invano, di poter avere una opposizione costruttiva volta alla crescita della città, purtroppo si prende atto del fatto che questa resterà un’utopia. 

L’Amministrazione Pecoraro ad ogni modo continuerà a far fede all’impegno preso con i cittadini e continuerà a lavorare per loro e solo per il bene della città. 

Inutili giochi di potere o superflue note polemiche volte solo a sminuire il lavoro del Sindaco e della Giunta, e a nient’altro, si lasciano ad altri. Gli amministratori sono certi dell’intelligenza dei cittadini che saranno sempre in grado di distinguere le false notizie dalla realtà, sapranno riconoscere chi lavora con scienza e coscienza, sbagliando anche qualche volta perché è naturale che sia così, da chi continua ad approfittare delle difficoltà delle famiglie promettendo di difenderle a “spada tratta” con il solo intento di racimolare “consensi facili”. 

“Siamo in Comune tutti i giorni, io ricevo il martedì dalle 10:00 alle 12:00” ha ribadito Pecoraro, “chiunque abbia voglia o necessità di incontrarmi, io sono lì”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.