Manduria. Lite nel supermercato per la mascherina. « Lei non ha l’autorità per ordinare niente, può solo chiederlo »

Siamo giunti alla tanto attesa fine dello stato di emergenza, Finalmente dato che l’Italia era rimasto l’unico paese ad essere in questa condizione. Il tanto discusso green pass non è più un obbligo in molte situazioni, ma è rimasto l’obbligo di portare la mascherina anche se ancora molti si chiedono: sono davvero obbligato ad indossare la mia mascherina FFP2 data la fine dello stato di emergenza. A quanto pare si!

E’ Quanto successo ad un cliente di un supermercato di Manduria. L’avventore che non aveva la mascherina o non voleva indossarla, si è ritrovato aggredito verbalmente dalle cassiere che senza pensarci due volte hanno letteralmente ordinato all’uomo in questione di indossare o procurarsi la mascherina. Tutto questo è giusto? Può un titolare di un negozio o la commessa di un supermercato sostituirsi alle autorità di pubblica sicurezza ed ordinare, anche in malo modo, di indossare la mascherina?

Ovviamente non diamo né la colpa alle cassiere che stavano solo facendo il proprio lavoro e costrette ad obbedire agli ordini del titolare per non rimetterci il posto, né tanto meno al cliente che stava solo esercitando una libertà prevista dalla nostra Costituzione in uno “stato democratico” come il nostro, almeno sulla carta, ma siamo costretti ad ammettere che dopo ben due anni dalla pandemia, in Italia siamo ancora costretti ad indossare le mascherine nonostante tutti gli altri paesi del Mondo abbiano già abbandonate da tempo tale obbligo.

Che senso ha indossare una mascherina all’interno di un locale, di un pub, di un ristorante se poi appena arriva la mia consumazione devo toglierla e restare senza protezione per tanto tempo? Sono quasi sicuro che il virus non sia così intelligente da non colpirmi solo quando sto mangiando…O forse si…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.